La valutazione del danno psichico

Hai diritto al risarcimento per le sofferenze psicologiche?

Che cosa è il danno psichico e quando abbiamo diritto al risarcimento per questa particolare categoria di danno? Cercheremo qui di spiegare nel modo meno tecnico possibile le caratteristiche del danno psichico e come AISS può assisterti nel caso in cui ti spetti un risarcimento per le conseguenze di un evento dannoso sulla tua salute mentale.
 
 
La valutazione del danno psichico
 
Che cosa sono i danni non patrimoniali

Cominciamo con una distinzione basilare tra danni patrimoniali e non patrimoniali.
Il danno patrimoniale fa riferimento a "qualsiasi lesione che un soggetto danneggiato subisce al proprio patrimonio, e che risulta essere facilmente e immediatamente valutabile tramite criteri monetari e di mercato". Per esempio, nel caso di un incidente in cui il responsabile rechi un danno ad un soggetto terzo (danneggiato), il danno patrimoniale risulta essere il danno quantificabile economicamente e che corrisponderà a quanto necessario per riparare ciò che è stato danneggiato.
 
 
Al contrario, il danno non patrimoniale riguarda i danni subìti da un soggetto a prescindere dalle conseguenze economiche e non incide direttamente sulla capacità di guadagno o patrimoniale dei soggetti lesi.
 
La voce principale del danno non patrimoniale risulta essere il danno biologico, che comprende, oltre al danno fisico,  il danno psichico, il quale è definito in una sentenza della Corte Costituzionale: “menomazione dell’integrità psicofisica della persona in sé e per sé considerata, in quanto incidente sul valore uomo in tutta la sua concreta dimensione, che non si esaurisce nella sola attitudine a produrre ricchezza, ma si collega alla somma delle funzioni naturali afferenti al soggetto nell’ambiente in cui la vita si esplica, ed aventi rilevanza non solo economica, ma anche biologica, sociale, culturale ed estetica”.
 
 
 
La valutazione del danno psichico
 
 
Il danno psichico e il suo risarcimento

Il danno biologico di natura psichica comporta la menomazione, temporanea o permanente, di una o più funzioni psichiche e pertanto impedisce all'individuo di esprimere la propria personalità appieno.
 
Si può parlare pertanto di un’alterazione dell’equilibrio psichico del soggetto, con l'insorgere di un vero e proprio disturbo psicopatologico, che deve essere diagnosticato da professionisti, psicologi o psichiatri forensi, per essere ricondotto all’evento lesivo che l’ha causato.

Ai fini della richiesta di risarcimento, è fondamentale dimostrare il rapporto di causa-effetto tra il danno subito, ossia la condizione psicopatologica (danno psichico) e il fatto illecito. 

Spesso, questo tipo di danno colpisce anche i congiunti del soggetto che ha subito il danno fisico, e anche loro possono quindi accedere al risarcimento.
 
 
AISS per il risarcimento del danno psichico

AISS ti può aiutare a valutare il danno psichico che hai subìto, tramite una stima accurata, condotta da professionisti di nostra fiducia, che analizzeranno la tua personalità, le eventuali patologie presenti prima dell’evento, gli impedimenti che l'evento stesso ha causato alla tua vita e le relative conseguenze psicologiche dovute agli effetti negativi che hai subito nell'attività lavorativa e sociale, così come nei tuoi legami familiari.
 
Per valutare il danno biologico di natura psicologica i nostri consulenti devono tenere in considerazione i fattori che contribuiscono all’evoluzione del disturbo, vale a dire la gravità e durata dell’evento traumatico, eventuali deficit cognitivi o disturbi di personalità pre-esistenti e possibili fattori di rischio, nonché l’accesso a mezzi economici, legali o terapeutici e a risorse affettive, sociali e relazionali. 

In parte questo lavoro richiede l’acquisizione di informazioni da parte di testimoni di persone informate sui fatti, per verificare il contenuto delle dichiarazioni del paziente. Inoltre, la valutazione della presenza e della gravità del trauma richiede l'uso di vari strumenti metodologici, tra i quali colloqui clinici, test (livello, personalità, proiettivi e neuropsicologici), che permettono di identificare eventuali alterazioni di funzioni mentali, stati emotivo-affettivi e meccanismi di difesa utilizzati. Tra i test maggiormente utilizzati, c'è il WAIS-R (Wechsler Adult Intelligence Scale) per la valutazione del funzionamento cognitivo globale e per la determinazione degli indici di deterioramento e di interferenza dei fattori emotivi sul rendimento cognitivo; il MMPI-2 (Minnesota Multiphasic Personality Inventory) e, in alcuni casi, il test di Rorschach. Si tratta di strumenti che includono indicatori per individuare e smascherare eventuali simulazioni da parte del soggetto.

Noi di Aiss prendiamo seriamente in considerazione questo tipo di danni, perché sono quelli che, per le loro caratteristiche, tendono a rimanere maggiormente celati e non valutati dalle compagnie assicurative.
AISS
Chiedi a AISS
AISS
Siamo pronti
ad ascoltarti!
Partiamo sempre dalle tue esigenze, perché non esistono soluzioni valide per tutti. Non perdere tempo: raccontaci la tua storia e valuteremo come possiamo aiutarti.
Scroll Top